www.rete.toscana.it

www.empolese-valdelsa.it


Home Page Il Progetto

Documentazione

Risorse Link

 

Indice

Dirigente Scolastico e Staff

DSGA e Segreteria

Piano dell'Offerta Formativa

Progetti

Laboratori e Biblioteca

www.professionale.empoli.it
ips.leo@leonet.it

Istituto Professionale Statale per il Commercio e Turismo "Leonardo da Vinci"

PROGETTI

La pura e semplice programmazione di percorsi curricolari non è sufficiente a garantire il ruolo formativo della scuola: centinaia di alunni che vivono insieme per molte ore, le loro storie, le loro radici culturali, determinano la necessità di costituire un contesto scolastico che prenda in esame bisogni e aspettative per sviluppare risposte nell'ambito di un ampio ventaglio di problematiche.

In tal senso la Commissione Autonomia rileva, nel monitoraggio, effettuato nell'anno scolastico 1998-99 una serie di problematiche specifiche:

  • disagio giovanile;

  • scarsa motivazione allo studio;

  • carenze nelle abilità di base;

  • presenza di diversi ritmi di apprendimento e stili cognitivi;

  • difficoltà nella individuazione di ruoli professionali specifici.

Tutto questo comporta:

  • durata media dei corsi superiore ai cinque anni;

  • presenza di curricoli reali accidentati con abbandoni e rientri;

  • difficoltà incontrata da molti studenti nel maturare le scelte di studio e/o lavorative.

Sulla base di ciò, la scuola  ridefinisce alcuni obiettivi e ne ribadisce alcuni irrinunciabili; quindi elabora interventi concreti anche nell'ambito delle possibilità offerte dall'autonomia per:

  • aumentare il successo scolastico;

  • ridurre il tasso di abbandono;

  • abbassare il tasso di ripetenza;

  • ampliare l’offerta formativa;

  • aprirsi maggiormente al territorio e conoscere la realtà  locale;

  • conoscere ed entrare in contatto con il mondo del lavoro e identificare i profili professionali innovativi;

  • potenziare l’orientamento scolastico e professionale, sia in entrata sia al termine del biennio e del quinquennio;

  • operare in una dimensione europea.

A) Attività integrative

Il monitoraggio delle aspettative e delle necessità degli studenti effettuato dal C.I.C.(10), sembra mettere in luce una connotazione negativa attribuita dagli studenti a tutto ciò che è "curricolare" e "scolastico". Pertanto nell’Istituto vengono favorite e promosse iniziative culturali e ricreative attraverso specifici progetti anche per innalzare il successo scolastico. Queste attività svolgono un ruolo importante per la formazione e per la crescita globale della personalità. Si ritiene che debbano essere svolte sia in orario curricolare, sia in orario extrascolastico.

L’area di approfondimento può costituire un terreno fertile per il loro svolgimento. (Attività previste: Cl. 1° Potenziamento attività linguistiche; Cl. 2° Conoscenza del territorio con visite guidate; Cl. 3° Attività di giornalismo)

La scuola offre:

  • L'accesso a spazi  attrezzati per attività autogestite, per studiare in gruppo, progettare, socializzare… .

  • Attività teatrali.

  • Attività musicali (adesione al Progetto CORO in collaborazione con il Centro Busoni).

  • Attività sportive (corsi di Piscina in orario scolastico).

  • Visite guidate e viaggi d’ istruzione.

  • Uso della palestra Fitness.

  • Corsi multimediali.

  • Consulenze psicopedagogiche.

  • Progetti accoglienza per favorire l’inserimento dei nuovi alunni nelle classi prime anche con l’aiuto di alcuni alunni più grandi (tutor).

 

B) Laboratori per l’integrazione scolastica

L’I.P.S.S.C.T.S. fin dagli anni novanta, primo nella realtà scolastica empolese, si è confrontato con la disabilità giovanile. Inizialmente era iscritto alla scuola un numero esiguo di ragazzi con certificazione, che è progressivamente aumentato grazie alla crescita dell’offerta formativa. Attualmente gli alunni in situazione di handicap sono 23 e rappresentano circa il 5% della popolazione scolastica complessiva.

Per favorire l’integrazione scolastica di un così alto numero di studenti diversamente abili  sono stati creati 2 laboratori multimediali e un laboratorio di psicomotricità, dove si elaborano progetti che permettono agli alunni di completare più agevolmente il percorso educativo individualizzato. Alcuni progetti sono realizzati all’interno dell’Istituto, altri in contesti più estesi. I laboratori sono strutturati in modo tale da assicurare la presenza, nei limiti del possibile, di almeno un docente di sostegno, supportato da obiettori, come punto di riferimento, per i docenti curriculari e gli studenti, al fine di  contenere eventuali situazioni critiche ed affrontare le diverse emergenze che quotidianamente si presentano. Singoli alunni, piccoli gruppi o intere classi dell’Istituto potranno frequentare il laboratorio ed essere coinvolti in attività ideate per promuovere l’integrazione, anche in contesti diversi da quelli tradizionali. 

C) Laboratorio lapis

L’I.P.S.S.C.T.S. Leonardo Da Vinci ha attivato un laboratorio didattico denominato “Lapis” (lavori, annunci, progetti, informazioni per gli studenti). Il laboratorio funziona grazie al contributo di tutti i docenti dell’Istituto e al suo interno vengono quotidianamente svolte attività di indubbio valore formativo, che richiedono ai ragazzi capacità di selezionare le informazioni contenute in un articolo giornalistico, di elaborare testi, di comunicare attraverso la grafica e l’uso dei moderni strumenti informatici.

Il laboratorio viene utilizzato dagli studenti quando essi si trovino ad essere collocati fuori dalla classe: o perché sono entrati in ritardo e non vengono quindi accolti alla prima ora; o perché, ignorando i ripetuti richiami dell’insegnante, ostacolano il regolare svolgimento delle lezioni e disturbano i compagni e perciò possono venire momentaneamente allontanati. Tali assenze dalla classe sono di durata limitata nel tempo e gli studenti devono sempre farvi rientro a un’ora stabilita; inoltre, durante questo intervallo di tempo, i ragazzi non sono lasciati soli ma vengono appunto indirizzati nel laboratorio “Lapis” nel quale potranno lavorare con il docente presente in quel momento. Il laboratorio è infatti aperto dal lunedì al venerdì per ciascuna ora della mattinata scolastica. L’insegnante in servizio nel laboratorio ha l’incarico di seguire in maniera mirata gli studenti: egli deve in particolare provare a stabilire un contatto con quei ragazzi che sono stati allontanati dalle classi, cercando di capire le ragioni del loro disagio e di impegnarli in attività didattiche aggiuntive, con l’intento di farli rientrare in classe maggiormente motivati allo studio e a una corretta convivenza scolastica.

D) Progetti

Spesso la progettualità scolastica si caratterizza per una certa dispersività. È quindi opportuno che l’Istituto dia indicazioni sulle priorità legate ai reali bisogni della popolazione scolastica e indichi gli obiettivi generali per la presentazione delle varie attività:

  • accoglienza, integrazione scolastica, integrazione

  • educazione ai valori della democrazia e della legalità

  • educazione all’ambiente, allo sport e alla salute

  • sperimentazione e innovazione didattica.

Le proposte dei nuovi progetti dovranno attenersi agli obiettivi suddetti ed essere presentate su apposito modulo disponibile in File nel PC della Sala Insegnanti entro il 15 Settembre dell’anno scolastico in corso

E) Attività di recupero

       Nell’Istituto vengono regolarmente effettuate attività di recupero volte a colmare le lacune evidenziate dagli studenti nelle singole discipline e allo stesso tempo per potenziarne il metodo di studio.

I tempi:

  • All'inizio dell'anno, prima dell'avvio delle lezioni.

  • In itinere (in orario curricolare o aggiuntivo).

Strumenti:

Moduli con attività che coinvolgano anche più discipline, talvolta con l’ausilio di strumenti multimediali approntati nei corsi di aggiornamento, gestiti dai docenti nell'Istituto.

  • Sperimentazione del tutoraggio dello studente (sotto la direzione dell'insegnante dell’ Istituto).

  • Studio personale su materiali e percorsi personalizzati monitorati dall'insegnante.

  • Sportello didattico.

F) Reti di scuole (prog.in fase di elaborazione)

 

 

 


Ottimizzato per Internet Explorer 5.0 o sup. 1024 x 768