www.rete.toscana.it

www.empolese-valdelsa.it

www.centrociari.it


Home Page Il Progetto

Documentazione

Risorse Link

 

Indice

Dirigente Scolastico e Staff

DSGA e Segreteria

Piano dell'Offerta Formativa

Progetti

Laboratori e Biblioteca

 


Liceo Scientifico "Calasanzio"

www.calasanzioempoli.it

scuola@calasanzioempoli.it

 

Liceo Scientifico "Calasanzio" dei PP. Scolopi

PIANO DELL'OFFERTA FORMATIVA

Scarica il POF

Gli insegnanti sentono come loro impegno primario promuovere la formazione di tutti gli alunni, attraverso la assimilazione sistematica e critica della cultura da parte di ciascuno. Per questo ricercano strategie di apprendimento che tengano conto dei modi di apprendere dei singoli allievi, all’interno di un rapporto educativo aperto, molto  rispettoso di ogni alunno e delle sue dinamiche di crescita

Affinché l’opera educativa e didattica sia efficace, individuano e comunicano agli alunni gli obiettivi intermedi e finali di ogni disciplina, di cui devono valutare il profitto. Si tratta di individuare ciò che si aspettano come risultato di un apprendimento costruttivo, che l’allievo dimostra attraverso il possesso dell’obiettivo stesso al momento della verifica.

Responsabili della didattica della loro disciplina, e disponibili a scambi di esperienze con i colleghi e la Direzione, all’inizio di ogni anno scolastico definiscono la programmazione  didattica annuale, singolarmente e in riunioni collegiali.

Nello svolgimento del programma utilizzano al massimo strutture e mezzi forniti dalla scuola e interessano gli alunni attraverso le normali attività, come spiegazioni, compiti, .studio personale, ricerche, esercitazioni, verifiche, interrogazioni.

Spiegano gli argomenti di studio in modo adeguato alla capacità di comprensione degli alunni, con chiarezza, semplicità, ordine, senza improvvisazione alcuna. E’ normale il riferimento ai libri di testo e ad altre fonti.

Ricercano un ritmo di lavoro adeguato alle condizioni della classe, che eviti fretta e inutili ritardi. In questa ottica  attuano il recupero previsto dalla normativa, all’interno dell’orario scolastico o in tempi diversi.

Conducono le interrogazioni in modo che siano verifiche dell’apprendimento, dell’interesse, dell’impegno e nello stesso tempo approfondimento e dialogo per l’intera classe.

Assegnano per ogni quadrimestre, possibilmente, quattro compiti in classe, che sono discussi con gli alunni dopo essere stati corretti con cura e tempestività. Un congruo numero di prove orali completa il quadro delle verifiche.

Guidano le esercitazioni e le ricerche con rigore metodologico al fine di privilegiare i momenti di scoperta oltre a quelli di apprendimento e di stimolare l’interesse per lo studio anche interdisciplinare.

Annotano sul Giornale di Classe i compiti per casa, assegnati in quantità compatibile con quelli dei colleghi e con la finalità di stimolare una crescita culturale responsabile.

Curano il proprio aggiornamento pedagogico e didattico prendendo parte a iniziative o corsi di aggiornamento interni all’Istituto o esterni, compatibili con la normale attività didattica.

 

 

 

 


Ottimizzato per Internet Explorer 5.0 o sup. 1024 x 768